Teodulo Mabellini. Maestro dell’Ottocento musicale fiorentino

Dal titolo Teodulo Mabellini. Maestro dell’Ottocento musicale fiorentino e edito da Società Editrice di Musicologia, verrà presentato venerdì 8 marzo alle 17.30 presso il Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi a Pistoia, il volume a cura di Claudio Paradiso,  flautista e direttore d’orchestra, fondatore e direttore dal 1990 dell’orchestra da camera I Fiati di Parma e docente al Conservatorio di musica di Perugia.
Il volume raccoglie quattordici variegati saggi musicologici che rappresentano in qualche modo la “rivendicazione” di Teodulo Mabellini, di cui nel 2017 ricorreva il bicentenario della nascita.

Allievo di Mercadante e ultimo esponente della scuola napoletana, ma soprattutto influente rappresentante della Firenze musicale ottocentesca dagli ultimi anni del Granducato a quelli dell’Unità, Teodulo Mabellini (Pistoia 1817 – Firenze 1897) fu personalità poliedrica: compositore di melodrammi, musica sacra, inni, cantante, maestro di composizione con schiere di allievi. La biografia e la produzione artistica sono sviscerate in questo volume, che ricostruisce il catalogo delle opere e approfondisce aspetti specifici: dalla ricezione delle sue opere alle composizioni celebrative, dal particolare impegno nella musica sacra agli interventi nella didattica e nell’organizzazione musicale del tempo.
Interviene la Prof.ssa Bianca Maria Antolini, direttore editoriale della SEdM.
L’incontro vede intermezzi con musiche di Mabellini interpretate da Michela Francini (oboe), Francesco Tomei (contrabbasso) e Samuele Drovandi (pianoforte).

Ingresso libero.