STABAT MATER

TEATRO ELECTRA PISTOIA – STABAT MATER

L’Associazione Culturale Electra ha la scopo di diffondere l’amore verso il teatro e verso le rappresentazioni artistico-culturali come momento di incontro e di crescita culturale con un particolare interesse alla realizzazione di rappresentazioni in spazi di nuova ambientazione scenica, ville e parchi. L’ambizione è quella di diffondere l’interesse e la conoscenza per la poesia teatrale contemporanea sul territorio toscano e non solo.

L’idea guida del progetto Stabat Mater è quella di coinvolgere i detenuti della Casa Circondariale di Pistoia  sia nella realizzazione di un nuovo spettacolo teatrale in cui ciascuno possa interpretare un ruolo, sia nell’attuazione di un corto cinematografico in cui è prevista la presenza di un attore o un’attrice di nota professionalità. Il progetto è nato dalla convinzione che fosse necessario utilizzare e mettere a disposizione il linguaggio registico di cui l’associazione si fa espressione e interprete.
L’obiettivo cardine è unire la valorizzazione della persona allo sviluppo della sua autonomia, coerentemente con la vocazione dell’art. 27 della Costituzione, andando nella direzione di un re-inserimento sociale che superi una logica strettamente assistenziale. Il testo musicale e paratattico di Grazia Frisina ben si presta a compiere un articolato percorso altamente formativo, sotto il profilo culturale, artistico, pedagogico e disciplinare: una crescita linguistica anche utile ai detenuti di lingua straniera, essenziale per la loro integrazione sociale.
Partendo dal presupposto che, per garantire maggiore sicurezza e prevenire la recidività a delinquere, sono necessari percorsi formativi e educativi atti a promuovere l’autostima, il teatro, ancora una volta, ha lo slancio affettivo e professionale atto a svolgere un efficace percorso di “educazione alla legalità”. Il linguaggio teatrale, sviluppando le personali potenzialità creative e culturali, ristruttura l’identità sociale e risponde al necessario reinserimento della persona nella cittadinanza attiva.

Stabat Mater, testo di grande impatto spirituale ed emotivo, consente uno sviluppo e una trasposizione in chiave contemporanea. Il pianto della Madre di Cristo è il pianto di tutte le madri di fronte al sacrificio e all’abbandono, ai troppi e recenti fatti di cronaca cui, ancora oggi, purtroppo assistiamo. Il Coro e la Corifea suggeriti dal testo quale controcanto all’azione, permettono di accogliere un numero multiplo di “attori” e nell’ambito dello sviluppo drammaturgico e analitico dello scritto, ognuno ha l’opportunità di manifestare il proprio grido, il proprio disagio, la propria essenza, realizzando la concreta opportunità di ascolto e di rinascita.

– Giuseppe Tesi

GUARDA IL TRAILER
LEGGI IL PIEGHEVOLE


Liberamente tratto da un testo di Grazia Frisina
Regia: Giuseppe Tesi
Aiuto Regia: Giuseppe Sartori
Direttore della Fotografia: Riccardo De Felice
Musiche: Marco Baraldi
Brano Musicale “Indifferentemente” interpretato da Valentina Stella
Brano “Stabat Mater” di Pergolesi interpretato dal Sopranista Angelo Manzotti
Riprese e Montaggio Video: Riccardo De Felice
Seconda Camera: William Castaldo
Suono in Presa Diretta: Edoardo Nuzzi
Ufficio Stampa: Martina Novelli
Studio Commerciale: Marcello Bugiani
Responsabile di Compagnia: Elena Bernardini
Coordinamento: Sandro Castagnoli