SOCIALMENTE GIOVANI, GLI ESITI DEL BANDO

A Pistoia rivivrà una festa del passato, voluta dal più celebre benefattore nella storia della città: Niccolò Puccini. Si tratta della Festa delle spighe che si tenne, a partire dal 1841, per sei anni.

Puccini la volle nel parco di Villa di Scornio dove, per tre giorni, chi lo desiderava poteva partecipare a momenti di convivialità, senza distinzioni di classe sociale.
Questa festa, dunque, rinascerà grazie a ragazze e ragazzi che hanno ottenuto un contributo del bando Socialmente Giovani di Fondazione Caript.

“Faccio parte di un gruppo di giovani – racconta Letizia Lotti, 21 anni, di Pistoia – che ha partecipato a un progetto dell’associazione To Groove Pistoia su Niccolò Puccini. Così abbiamo scoperto questa storica festa, che ci è sembrata una delle iniziative più belle nate per volontà di Puccini e abbiamo cominciato a pensare di riproporla, naturalmente attualizzandola. Abbiamo saputo del bando della Fondazione e abbiamo deciso di cogliere l’occasione che ci offriva di realizzare la Festa delle Spighe 2.0”.

Il tutto si svolgerà, come un tempo, nel parco di Scornio (prevedibilmente la prossima estate) in una giornata con laboratori teatrali, musicali e di pittura per ragazzi e bambini. Saranno coinvolte le scuole, realizzato un mercatino con associazioni ed enti che vorranno partecipare, saranno aperti stand gastronomici e ci saranno esibizioni di gruppi musicali e, a sera, la messa in scena di uno spettacolo teatrale.

Di diverso ambito è un’altra delle idee premiate dal bando, con protagonisti giovani di Saturnana, località della collina pistoiese.

“In paese – racconta Lisa Corrieri, 20 anni di Saturnana – da tempo sentivamo parlare di sistemare alcuni bei sentieri che sono in stato di abbandono. Da Maurizio Monti, ideatore del Museo-laboratorio delle tradizioni popolari di Saturnana, abbiamo saputo del bando Socialmente Giovani e abbiamo deciso, tra amici, di proporre un nostro progetto”.

Il titolo è Sulle tracce degli antichi mulini e ferriere: recupero dei percorsi del Botro e di Nelle e si tratta dei vecchi sentieri di collegamento tra l’area del Botro (ferriera e mulino) e l’area di Nelle (mulini) lungo il corso del torrente Piestro. I sentieri saranno ripuliti, ripristinando anche piccole frane e sarà realizzata un’area picnic aperta a tutti.
Al lavoro si metteranno i giovani che hanno partecipato al bando, affiancati da paesani con esperienza in questo tipo di interventi e si farà anche riferimento a un’azienda agricola forestale del posto.

Oltre alla Festa delle spighe e ai sentieri di Saturnana, tra i progetti sostenuti da Socialmente Giovani è Collaborare operare pensare all’Istituto De Franceschi Pacinotti di Pistoia, con diverse azioni in programma: incontri “peer to peer” a favore di studenti a rischio di dispersione scolastica; l’allestimento di una piccola sala prove per gruppi musicali, coinvolgendo ragazzi diversamente abili e minori stranieri con barriere linguistiche e problemi di inserimento; la messa a dimora di 40 alberi; la costruzione di panchine rosse autoprodotte dai ragazzi per sensibilizzare le persone contro la violenza sulle donne.

Umanesimo a scuola è invece il titolo del progetto per un laboratorio sperimentale (durata 10 ore per ciascuna delle tre classi interessate) che coinvolgerà studenti del liceo Niccolò Forteguerri e del liceo Amedeo di Savoia Duca d’Aosta di Pistoia. Un’iniziativa che è dedicata a contrastare la povertà relazionale, per il mondo degli adolescenti una delle conseguenze più pesanti del Covid-19.

Con Seconda stella a destra si torna a parlare di sentieri, stavolta quello di Gavinana-Spianessa sulla montagna pistoiese, che sarà recupererato dotandolo anche della necessaria cartellonistica e curandone una mappatura e la manutenzione negli anni a venire.

Dalla Valdinievole arriva invece il progetto Territorio Giovani per creare un centro di aggregazione dedicato, tra i diversi ambiti di attività, anche allo scambio intergenerazionale e alla scoperta del territorio. Il progetto include la riqualificazione del circolo di Buggiano Castello, spazio indicato per accogliere il centro.

Il parco di Monteoliveto a Pistoia è il luogo scelto per Clima x Festival, happening di uno/due giorni pensato da un gruppo di ragazzi per confrontarsi sul tema dei cambiamenti climatici.

Il bando Socialmente Giovani, alla prima edizione, è stato rivolto a progetti di giovani da 16 a 25 anni di età decisi a impegnarsi in azioni per migliorare la comunità di riferimento.
Per ogni proposta è stato stabilito un contributo massimo di 6mila euro, indicando ambiti di interesse quali il contrasto al disagio giovanile e la dispersione scolastica, la sensibilizzazione su problematiche di comunità e la formazione dei giovani ideatori nel reperire e utilizzare risorse.

“Con questo bando – spiega il presidente di Fondazione Caript Lorenzo Zogheri – abbiamo voluto rendere, dall’ideazione all’elaborazione, i giovani protagonisti di progetti che poi dovranno realizzare loro stessi. Un’idea che non è semplice da attuare, tanto più in un contesto di dispersione sociale come quello causato dalla pandemia e perché abbiamo considerato, come primo target, situazioni a rischio di marginalità, nelle quali non è affatto scontato riuscire a trovare interlocutori per un percorso come quello che abbiamo proposto”.
“Per questo – prosegue Zogheri – abbiamo chiesto la collaborazione di associazioni no profit che fossero disponibili a accompagnare i ragazzi che si facevano avanti, aiutandoli nel rendere le loro idee progetti che potessero concorrere a un bando e quindi attuabili. A ogni progetto presentato abbiamo dunque abbinato un’associazione nel ruolo di tutor”.
“Il risultato – prosegue il presidente di Fondazione Caript – è andato oltre le nostre aspettative. Inizialmente avevamo previsto di premiare cinque progetti ma, visto che ce n’erano diversi interessanti e creativi, alla fine abbiamo scelto di valorizzarne due in più.”
“Adesso il nostro impegno – conclude Zogheri – è nel riuscire ad ampliare la platea dei giovani da coinvolgere in prima persona in azioni a favore dello sviluppo della comunità. Pensando prima di tutto a interessare giovani che siano a rischio di marginalizzazione”.

Di seguito il riepilogo, in ordine alfabetico, dei sette progetti premiati con il bando Socialmente Giovani, con le rispettive associazioni di riferimento. Il contributo complessivo di Fondazione Caript è di 31.624 euro.

1. Clima X Festival – Associazione di volontariato Pozzo di Giacobbe di Quarrata;
2. Collaborare operare pensare – Ente Camposampiero;
3. Festa delle spighe 2.0 – To Groove Pistoie onlus;
4. Seconda stella a destra – Corpo Nazionale Giovani Esploratori – Pistoia;
5. Sulle tracce degli antichi mulini e ferriere di Saturnana – Circo Arci Saturnana;
6. Territorio Giovani – Croce Rossa Comitato Locale Pescia;
7. Umanesimo a Scuola – Arké Cooperativa Sociale.

Per dettagli il bando di Socialmente Giovani, con relativa scheda sui progetti finanziati, è pubblicato qui.