I PROGETTI PER IL 2022

Preservare e promuovere il patrimonio a disposizione della comunità pistoiese (dal volontariato, alla cultura ai beni materiali e immateriali) e contribuire allo sviluppo di un territorio duramente provato dalla pandemia.
È con questi impegni che si confrontano gli interventi che Fondazione Caript realizza nel 2022, interventi dettagliati nel Documento Programmatico approvato lo scorso ottobre e  che attua, per il nuovo anno, le previsioni contenute nel piano triennale 2021-2023.

Nel 2022 ammontano a 13 milioni di euro le risorse che Fondazione Caript investirà complessivamente sul territorio pistoiese, con le risorse che vengono distribuite in cinque aree:

1 – Sviluppo locale e Innovazione;
2 – Cultura;
3 – Sociale;
4 – Educazione, Istruzione, Formazione e Ricerca;
5 – Salute.


⋅ Sviluppo locale e Innovazione

Con fondi per 3 milioni e 976mila euro si conferma per spesa complessiva la prima area di intervento, assorbendo oltre il 30% del budget, con un incremento del 2,6%  sul precedente esercizio.

In questo ambito lo stanziamento più rilevante, 1.850.000 euro, è dedicato ai nuovi progetti per la ripresa dell’economia locale. Queste risorse saranno messe a disposizione per finanziare attività di progettazione in modo tale da consentire ai beneficiari (enti locali e Diocesi di Pistoia e di Pescia) di accedere ai finanziamenti del PNRR (191,5 miliardi di euro).

Sempre in questo ambito si punta sulla formazione investendo 350.000 euro nel bando “Borse Formazione e lavoro”, destinato alla formazione professionale, con il rafforzamento dei voucher formativi.

Nel settore della formazione con 300.000 euro si finanzia il bando “Giovani@RicercaScientifica” che offre assegni di ricerca a under40 il cui lavoro, in università, istituzioni ed enti pubblici sia ritenuto in grado di produrre effetti positivi sul territorio pistoiese e, ancora in questo ambito, abbiamo aperto il bando – che è una nuova iniziativa – “Ricerca applicata e innovazione aziendale” con il quale, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, destiniamo 100.000 euro a progetti che favoriscano il trasferimento delle conoscenze scientifiche all’interno delle imprese, sostenendone l’innovazione e, per questo tramite, la competitività.

Con 100.000 euro è finanziato il bando per i giovani laureati che offre la possibilità di accedere a corsi di alta formazione in ambiti quali, in particolare, la sostenibilità aziendale, il marketing e la comunicazione e per le competenze legate al digitale.

Nel 2022 prosegue l’impegno di Fondazione Caript per sostenere l’oneroso intervento di restauro del teatro Manzoni, destinando 300.000 euro a coprire il totale del costo per la progettazione esecutiva dell’opera.

Sul fronte ambientale e della green economy nel nuovo anno con 400.000 euro si finanziano le attività di Gea, società strumentale di Fondazione Caript in questo campo.


⋅ CULTURA

Con 3 milioni e 786mila euro è, per importo complessivo, la seconda area di intervento di Fondazione Caript nel 2022. In questo ambito 1.620.000 euro sono destinati a attività e progetti di Pistoia Musei, società strumentale di Fondazione Caript, con l’obiettivo nei prossimi anni di completare l’attuazione del nuovo polo museale di Pistoia.

Fondamentale è il contributo di Fondazione Caript all’attività dell’Associazione Teatrale Pistoiese, cui è riservato l’importante investimento di 770.000 euro.

Al restauro del patrimonio artistico e alla digitalizzazione dei beni culturali sono destinati, con un bando apposito, 500.000 euro.

Tra gli interventi più significativi nell’ambito della cultura si conferma la realizzazione del festival di antropologia dei Dialoghi cui, nel 2022, sono destinati 350.000 euro.

Con 250.000 euro si finanzia il bando “Io resto attivo”, dedicato alla preservazione e salvaguardia sul territorio pistoiese del ruolo degli operatori culturali.


⋅ SOCIALE

A quello che è uno dei più tradizionali ambiti di intervento di Fondazione Caript nel 2022 sono destinate risorse per 2 milioni e 463mila euro.

Il contributo più rilevante per entità – 600.000 euro – è riservato al bando “Socialmente” che sostiene e promuove azioni di contrasto alla povertà e alla fragilità sociale, condizioni pesantemente aggravate dalla pandemia.

Per il 2022 sono stanziati 575.400 euro per il “Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile” cui Fondazione Caript aderisce dal 2016.

Si tratta di un fondo nazionale che opera per rimuovere le barriere (povertà in primis) che ostacolano la fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Grazie alla partecipazione a questa iniziativa dal 2016 diverse organizzazioni di volontariato pistoiesi hanno potuto usufruire di contributi per circa 2,3 milioni di euro.

Tra gli impegni che in ambito sociale proseguono nel nuovo anno, c’è quello a sostegno delle Caritas della Diocesi di Pistoia e della Diocesi di Pescia cui sono destinati 310.000 euro.


⋅ EDUCAZIONE, ISTRUZIONE, FORMAZIONE E RICERCA

A questa area di intervento nel 2022 sono riservate risorse per 2 milioni e 41mila euro, cifra che ne aumenta l’incidenza sul totale degli investimenti da poco più del 13% (nel 2021) al 15,7%.

In questo ambito prosegue il sostegno di Fondazione Caript a interventi per riqualificare strutture scolastiche pistoiesi cui sono destinati 500.000 euro.

Con il bando “Scuole in movimento” si offrono risorse per 300.000 euro dedicate a innovare spazi e strumenti didattici.

Prosegue poi l’impegno di Fondazione Caript in progetti ben avviati come “Sì … Geniale!” finanziato nel 2022 con 120.000 euro e come l’Accademia Giovani per la Scienza cui va un contributo di 100.000 euro, progetto il primo per sviluppare curiosità e amore per la conoscenza scientifica e il secondo per avvicinare gli studenti delle superiori al mondo della ricerca.

Per Uniser, oggi società strumentale di Fondazione Caript, il contributo nell’anno è di 320.000 euro, con gli obiettivi di sostenerne le attività di centro di alta formazione e di rafforzare le importanti collaborazioni che con il tramite di queste attività si stanno intessendo.


⋅ SALUTE

Nel 2022 le risorse messe a disposizione per questa area di intervento sono pari a 773.000 euro.

L’importo più rilevante, 440.000 euro, è per realizzare sei progetti di ricerca su cura e prevenzione del Covid.

I progetti si sviluppano all’interno degli ospedali San Jacopo di Pistoia e Cosma e Damiano di Pescia in stretta collaborazione con Regione Toscana, Aziende Sanitarie e Università.

Tra i progetti che si realizzano ci sono uno studio clinico e molecolare sulla prevenzione del rischio cardiovascolare in pazienti contagiati o malati di Covid, l’analisi delle alterazioni molecolari del carcinoma polmonare in associazione all’infezione da Sars-CoV2 e uno studio sulle conseguenze neurologiche e cognitive in pazienti Covid-19.

Sempre sul fronte della salute Fondazione Caript rinnova, finanziandolo con 300.000 euro, il bando “Mettiamoci in moto!”, destinato all’acquisto di ambulanze e altri mezzi da parte di enti del terzo settore. L’importo è destinato metà al settore salute pubblica e per metà a volontariato, filantropia e beneficenza.


In un anno che, sia sul piano sociale che economico, sarà ancora segnato dalle conseguenze della pandemia – sottolinea il presidente di Fondazione Caript Lorenzo Zogheri – destiniamo importanti risorse a sostegno del territorio pistoiese, puntando sia a preservare il patrimonio di cui dispone che a cogliere le opportunità di sviluppo che si stanno presentando”.

Per questo – prosegue Zogheri – al centro del nostro impegno è, prima di tutto, contribuire alla capacità del nostro territorio di cogliere la storica occasione di questa fase. Attrarre cioè investimenti con le risorse messe a disposizione da PNRR e fondi europei. Per fare questo occorre essere in grado di elaborare e avanzare progetti ben realizzati e competitivi”.

Nel 2022, in questa prospettiva – conclude Zogheri – puntiamo, pensando al futuro, su ricerca, formazione e innovazione per giovani e imprese riproponendo bandi già sperimentati e proponendone di nuovi. A fianco di questo siamo consapevoli che un territorio che proceda in ordine sparso abbia poche chance di vincere le sfide che dobbiamo affrontare e perciò, nell’immediato, puntiamo a sostenere proprio la capacità progettuale dei soggetti che devono concorre agli ingenti finanziamenti di cui si parla e a sostenere iniziative che, realizzando reti e collaborazioni, vedano agire la provincia di Pistoia in modo coeso”.

Per ulteriori approfondimenti il documento programmatico 2022 è pubblicato qui.