A Palazzo Fabroni l’“Omaggio a Giovanni Pisano”

Sabato apertura straordinaria e gratuita di museo Civico, Fabroni e museo Marini. Dal 20 al 28 maggio sarà acceso il raggio laser dal Fabroni a Villa di Celle

Sabato 20 maggio si svolgerà in tutta Europa la “Notte dei Musei” che dal 2005 prevede l’apertura eccezionale e gratuita dei musei per un’intera serata, con orario che va dalle 18 a mezzanotte. Il prossimo fine settimana è, inoltre, quello individuato dalla direzione generale musei del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la “Festa dei Musei”, con una formula pensata per attrarre diverse tipologie di pubblici e riflettere, così, sul nostro patrimonio con modalità e prospettive diverse da quelle consuete.

E’ in tale contesto che sabato 20 maggio alle ore 21.30 a Palazzo Fabroni si terrà l’iniziativa ‘Un preludio: Nicola Pisano a Pistoia. Anteprima della mostra Omaggio a Giovanni Pisano ‘.

L’esposizione a Palazzo Fabroni del rilievo in marmo del Museo Civico, capolavoro di Nicola Pisano (padre di Giovanni) raffigurante le Stimmate di San Francesco (1270 – 1275 circa), costituisce l’occasione per presentare in anteprima la mostra “Omaggio a Giovanni Pisano” che sarà inaugurata il 17 giugno. All’iniziativa saranno presenti il sindaco, il vicepresidente della Fondazione Caript Giovanni Guido Palchetti e la direttrice dei musei comunali Elena Testaferrata.

L’esposizione di giugno, a cura di Roberto Bartalini con la collaborazione di Sabina Spannocchi, nata da un’idea di Giovanni Agosti, si terrà a Palazzo Fabroni dal 18 giugno al 20 agosto e sarà inaugurata sabato 17 giugno. Realizzata dal Comune di Pistoia in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, rappresenta uno degli eventi più importanti promossi per “Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017”. Con questo progetto espositivo Palazzo Fabroni si aprirà per la prima volta all’arte antica, in coerenza con la sua ubicazione esattamente di fronte alla pieve romanica di Sant’Andrea, che conserva uno dei massimi capolavori della scultura italiana medievale: il pulpito di Giovanni Pisano.

Domenica 21 maggio la mostra di giugno in programma a Palazzo Fabroni sarà presentata al Salone internazionale del Libro di Torino, nello stand della Regione Toscana, da Giovanni Agosti e Roberto Bartalini.

Sabato 20 maggio alle ore 21 si accenderà – per la terza volta nel corso del 2017 – il raggio laser da Palazzo Fabroni alla Fattoria di Celle, che “segna” le principali iniziative dedicate all’arte inserite nel programma di “Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017”. In questa occasione rimarrà acceso fino a domenica 28 maggio, anche a segnalare l’apertura dalle 10 alle 20 dei musei comunali nei giorni 26, 27 e 28 maggio in occasione del festival “Dialoghi sull’uomo”.

Sempre sabato 20 maggio il museo Civico e Palazzo Fabroni, dalle ore 18 alle ore 24 e il museo Marino Marini, dalle ore 21 alle ore 24, effettueranno l’apertura serale straordinaria, l’ingresso è gratuito.

La formella di Nicola Pisano, ritenuta a lungo opera trecentesca, fu attribuita nel 2004 al padre di Giovanni, anch’egli famoso scultore, autore dei pulpiti del Battistero di Pisa e del Duomo di Siena, da Roberto Bartalini, docente di storia dell’arte medievale all’Università di Siena e specialista di scultura medievale. Faceva parte di un trittico di bassorilievi in marmo che abbellivano la parte frontale di un sarcofago parietale: un lavoro riconducibile al 1270 circa, che Nicola Pisano aveva realizzato per la chiesa di San Francesco a Pistoia e che andò successivamente disperso con la soppressione degli enti ecclesiastici nel Settecento.

(testo a cura dell’Ufficio stampa del Comune di Pistoia)